Diritti umani e diritti dell’ambiente

Verso nuovi confronti

Informazioni
A cura di: Pasquale Giustiniani; Lorella Parente

Collana: Quaderni di bioetica
2020, 156 pp.
ISBN: 9788857563480
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 14,00  € 13,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Alcuni diritti fondamentali – quali il diritto alla vita o al lavoro, oppure l’affermazione della dignità della persona umana – sembrano essere principi comuni e condivisi dall’Italia e da altri Paesi occidentali e orientali. Tuttavia, non è ancora del tutto chiaro se anche i cosiddetti diritti ambientali (nel loro duplice senso di diritti umani all’ambiente e di diritti dell’ambiente) possano acquisire una qualche rilevanza che possa essere definita “fondamentale”. I contributi del volume, da prospettive diverse (biodiritto, bioetica, teologia sociale), aiutano a configurare un vero e proprio diritto dell’ambiente o, come recentemente affermato da papa Francesco, un vero e proprio diritto della e alla “casa comune”.

Pasquale Giustiniani è docente ordinario di Filosofia teoretica alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, sezione San Tommaso d’Aquino, di Napoli. Membro del Consiglio direttivo del Centro Interuniversitario di Ricerca Bioetica (CIRB), è autore di diverse pubblicazioni a carattere teoretico e bioetico. Tra i suoi più recenti scritti, ricordiamo la curatela dei volumi Bioetica e complessità. Il punto di vista di un biologo di Giovanni Chieffi (con Raffaele Prodomo, 2019) e Le virtù politiche di chi sta al potere. Uno scritto politico di Roberto Bellarmino (con l’introduzione di Carmela Bianco, 2019).

Lorella Parente è Dottore in Sacra Teologia e docente di Ecclesiologia e di Mariologia all’ISSR “San Matteo” di Salerno. Socia ATI (Associazione Teologica Italiana), collabora con diverse riviste e collane di teologia. Tra le sue più recenti pubblicazioni, ricordiamo la curatela del volume Pregate così. Gesù maestro di preghiera secondo Matteo (con Gaetano Di Palma, 2019) e Il nascondiglio di Cristo. La concezione del povero come sacramento nell’opera di Giacomo Cusmano (2019).