Lorenza Bottacin Cantoni

Metafore per l’altro

Levinas e la generosità della parola tra sofferenza e significazione

Informazioni
Collana: Filosofie
2021, 336 pp.
ISBN: 9788857563794
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 28,00  € 26,60
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il pensiero di Emmanuel Levinas è interamente lacerato dal problema del linguaggio: in che modo, infatti, è possibile rispondere all’appello etico dell’altro, senza ridurlo al regime ontologico? Questo problema del linguaggio è anche un problema di linguaggio che Levinas affronta, lungo tutto il suo percorso speculativo, secondo differenti modalità e con un vocabolario filosofico innovativo. A partire da un tentativo di individuare nella metafora una via d’uscita dal linguaggio dell’essere, Levinas elabora una filosofia capace di farsi carico dell’istanza etica primaria che supera anche la significazione metaforica stessa. Levinas si sforza costantemente di trovare le parole adatte a dire l’etica “altrimenti” rispetto alla tradizione metafisica. Il pensiero levinasiano crea, così, una parola viva che, innestandosi nella carnalità, origina e comanda una generosità del linguaggio e del corpo per l’altro. 

Lorenza Bottacin Cantoni, dottoressa di ricerca in Storia della filosofia, collabora con le cattedre di Storia della filosofia contemporanea e di Estetica presso il Dipartimento FISPPA dell’Università degli Studi di Padova. Ha svolto attività di ricerca negli Stati Uniti al Boston College, è membro dell’International Network in Philosophy of Religion, è stata Assistant Professor presso la Graduate School Faculty of Arts and Letters della Tohoku University di Sendai in Giappone. I suoi principali interessi riguardano la filosofia francese contemporanea, con particolare riferimento al pensiero di Levinas e di Blanchot, e la teoria della letteratura; i suoi studi si concentrano sulle prospettive filosofiche dell’opera di Kafka. È autrice di numerosi contributi in riviste e volumi nazionali e internazionali, ha tradotto il volume di E. Falque Passare il Rubicone. Alle frontiere della filosofia e della teologia (2017); è membro delle redazioni delle riviste “Paradosso” e “Scenari” ed è consigliere direttivo dell’associazione culturale Padotopìa.