Cristiano Vidali

Fine senza compimento

La fine della storia in Alexandre Kojève tra accelerazione e tradizione

Informazioni
Prefazione di: Massimo Cacciari

Collana: Filosofie
2020, 270 pp.
ISBN: 9788857565606
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 22,00  € 20,90
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
 Ebook - ePub/Mobi  € 14,99
Acquista da Acquista da Acquista da
Sinossi

Protagonista della Hegel Renaissance, Alexandre Kojève è stato indubbiamente una delle fi gure più controverse e decisive nella riabilitazione del pensiero hegeliano nel Novecento. A contraddistinguere in modo inconfondibile la sua lettura è l’idea di una “fi ne della storia” già realizzatasi e correlata all’avvento del sapere assoluto tra gli esseri umani. È possibile recuperare oggi questa proposta fi losofi ca, riconoscerne la legittimità, malgrado innumerevoli eventi continuino a prodursi? Rilevando l’assoluta importanza della tradizione, ossia della continuità quale presupposto immanente alla storia, e prestando attenzione alla velocità che sempre più marcatamente caratterizza il nostro mondo, può risultare sorprendente come – diversi decenni più tardi – proprio l’idea kojèviana di fine della storia possa avvalersi di una nuova chiave interpretativa, confi gurandosi come uno strumento decisamente effi cace per la comprensione della contemporaneità. 

Cristiano Vidali (Ferrara, 1995) si è formato presso l’Università degli Studi di Milano e l’Università Vita-Salute San Raffaele. Vincitore del Premio Mimesis Filosofia 2019 “Opera Prima”, si è variamente impegnato per la divulgazione della filosofia al di fuori del mondo accademico. Collabora attualmente con le cattedre di Filosofia morale e Antropologia fi losofi ca all’Università degli Studi di Milano.

Recensioni