Diritti umani e diritti altrui

Per una semioetica della comunicazione globale

Informazioni
A cura di: Susan Petrilli

Collana: Athanor
2020, 384 pp.
ISBN: 9788857568584
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 20,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

Il titolo di questo volume riprende il tema e anche il titolo di un saggio di Emmanuel Levinas del 1985, “Les droits de l’homme et les droits d’autrui”, poi incluso nel suo libro del 1987 Hors sujet. Con questo titolo si afferma e si sottolinea in forma di paradosso che i diritti umani oggi, e sempre di più, sono i diritti della identità, dell’io, e non anche i diritti dell’altro. Essi non comprendono, anzi escludono i diritti altrui, in quanto prescindono dalla responsabilità per l’altro. Tuttavia, i diritti umani derivano da una originaria relazione con l’altro, anteriore a ogni legislazione e a ogni giustificazione. In questo senso rinviano a un rapporto di non-indifferenza, di coinvolgimento, di responsabilità con l’altro e per l’altro, che potrebbe essere indicato come a priori rispetto alle “dichiarazioni dei diritti umani”, in quanto antecedente rispetto a esse e indipendente dai ruoli, dalle funzioni, dai meriti e dai riconoscimenti. I diritti umani, ma come comprensivi e non escludenti i diritti altrui, sono a priori a ogni permesso, concessione, autorità, rivendicazione dei propri diritti, a priori rispetto a qualsiasi tradizione, giurisprudenza, privilegio, appartenenza, prima di ogni ragione. I diritti umani sono anche i diritti altrui e quindi effettivamente diritti umani se si riconosce che humanitas non deriva da homo, ma, come humilitas, da humus, la terra coltivata insieme.

Susan Petrilli, 7th Sebeok Fellow della Semiotic Society of America, è professore ordinario di Filosofia e Teoria dei linguaggi nell’Università di Bari Aldo Moro, Visiting Research Fellow nella University of Adelaide (Australia), Vice-Presidente dell’Associazione Internazionale di Studi Semiotici, consulente scientifico di istituti accademici e di ricerca, membro del comitato editoriale di riviste italiane e straniere, direttore di collane tra cui “Reflections on Signs and Language”, per la casa editrice Peter Lang. Tra i suoi libri Mimesis: Nella vita dei segni, 2015; Challenges to Living Together, 2017. Nelle edizioni Mimesis ha curato diversi volumi della collana Athanor tra cui Semioetica e comunicazione globale, 2014; Pace, pacificazione, pacifismo e i loro linguaggi, 2017; con Augusto Ponzio, Identità e alterità. Tra gli altri suoi libri: The Global World and Its Manifold Faces, 2016; Digressioni nella storia, 2017; Signs, Language and Listening, 2019; Significare, interpretare e intendere, 2019. Con Augusto Ponzio, Dizionario, Enciclopedia, Traduzione, 2019. 

Recensioni

Nico Perrone - La Gazzetta del Mezzogiorno, 28 luglio 2020
"Comunicare i diritti umani e quelli altrui"
Leggi la recensione