Gemma Bianca Adesso

La rappresentazione concomitante

Nietzsche a Basilea

Informazioni
Collana: Filosofie
2020, 144 pp.
ISBN: 9788857568959
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 14,00  € 13,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
 Ebook - ePub/Mobi  € 9,99
Acquista da Acquista da Acquista da
Sinossi

Friedrich Nietzsche non sembra essere stato particolarmente attratto dalle opere figurative, ma ha dedicato alla Trasfigurazione di Raffaello uno spazio importante all’interno del suo unico libro sui Greci e per tutta la vita non ha smesso di riflettere sul concetto di rappresentazione. 
Al professore universitario di filologia classica fu negata, a causa della miopia, la più basilare delle pratiche: il leggere e lo scrivere in autonomia. Aveva un udito finissimo, ma non fu mai un musicista. Fu uno dei più importanti filosofi dell’Ottocento, ma non riuscì mai a insegnare filosofia. 
Di Nietzsche, Nietzsche stesso ha detto tutto quello che c’è da sapere: soprattutto quello che non è stato, quello con cui non può essere scambiato. 
In questo stato mancante che riguarda il pensiero e l’uomo, le abitudini del corpo e il corpus dei suoi scritti, si colloca la sua rappresentazione concomitante tra antichi e moderni, il suo essere nato postumo e morto prematuro. 

Gemma Bianca Adesso, dottore di ricerca in Filosofia, collabora con la cattedra di Ermeneutica filosofica presso l’Università degli Studi di Bari ed è formatrice nell’ambito del progetto “Philosophia ludens” per le scuole di ogni ordine e grado. Ha pubblicato saggi relativi al cinema, al teatro e alla filosofia su diverse riviste nazionali ed è redattrice di “Logoi.ph”. Per Mimesis International ha contribuito al volume collettaneo curato da A. Caputo, Rethinking the Nietzschean Concept of ‘Untimely’ (2018).