Guido Calogero

Il pensiero presocratico

Informazioni
A cura di: Aldo Brancacci
Introduzione di: Aldo Brancacci

Collana: Ricercare
2021, 224 pp.
ISBN: 9788857569598
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 18,00  € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Guido Calogero è stato uno degli interpreti più importanti e innovativi del pensiero presocratico del Novecento. Il suo interesse per i Presocratici nasceva da una visione organica della logica antica considerata nell’intera vicenda della sua determinazione storico-teoretica. Era quindi intimamente connessa con l’interpretazione che del pensiero di Aristotele Calogero offrì nei suoi Fondamenti della logica aristotelica del 1927. In questo libro egli delineava le due diverse istanze della logica noetica, fondata sulla pura appercezione intellettuale del contenuto noetico, e della logica dianoetica, articolata nella sintesi predicativa che ha per oggetto il sinolo indissolubile di materia e forma, i cui remoti ma chiari precedenti giacciono nel pensiero presocratico, nella “coalescenza” (che non significa identità) di logica, ontologia e linguaggio, e nei due diversi imperativi della logica della visione e della logica della dizione. Questo volume raccoglie tutti gli scritti dedicati da Calogero al pensiero presocratico, e li fa precedere da una Introduzione che ne chiarisce i presupposti teorici e i nessi essenziali. Esso comprende tutte le voci della Enciclopedia Italiana (finora mai rese disponibili in un volume autonomo), tre recensioni, una delle quali monumentale, e infine saggi di grande rilievo dedicati a Senofane, Parmenide, Zenone e Gorgia. Per la ricchezza del suo contenuto il libro costituisce un’ampia introduzione al pensiero presocratico visto nella complessità della sua tessitura.

Guido Calogero (1904-1986), filosofo, storico della filosofia antica di fama internazionale, professore di Storia della filosofia all’Università e alla Scuola Normale di Pisa, di Filosofia teoretica all’Università di Roma, professore invitato nelle Università di Montréal, Princeton, Bruxelles e in molte altre università statunitensi, presidente dell’Institut International de Philosophie, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Londra, Accademico dei Lincei, fu personalità eminente della cultura e della vita civile italiana del Novecento. La sua opera di interprete del pensiero antico è affidata a tre libri fondamentali: I fondamenti della logica aristotelica (1927), Studi sull’Eleatismo (1932), Storia della logica antica. L’età arcaica (1967).

Aldo Brancacci è professore ordinario di Storia della filosofia antica alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma Tor Vergata.