L’immagine latente

Storia dell’invenzione della fotografia

Informazioni
Introduzione di: Italo Zannier

Collana: Sguardi e visioni
2020,
ISBN: 9788857569635
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 20,00  € 19,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
 Ebook - ePub/Mobi  € 13,99
Acquista da Acquista da Acquista da
Sinossi

Come accaduto per numerose innovazioni tecnologiche, la fotografia non ha avuto un solo “padre”. Molte menti, in luoghi e periodi differenti, si sono adoperate per sperimentare nuove tecniche per catturare le immagini, ma soltanto nel gennaio 1839, quando l’Académie des sciences di Parigi certificò il successo di Daguerre, vennero progressivamente alla luce i lavori di coloro che lo avevano preceduto, o che sostenevano di averlo fatto. Questo libro di Beaumont Newhall ripercorre gli albori della fotografia da un punto di vista tecnico-scientifico. Un percorso accidentato, niente affatto lineare, che mette in evidenza come un procedimento diventato presto universale sia nato dall’opera di pionieri che hanno lavorato molto spesso l’uno all’insaputa dell’altro.

Beaumont Newhall (Lynn, Massachusetts 1908 - Santa Fe, New Mexico 1993), storico della fotografia, scrittore e primo curatore del dipartimento di fotografia del Museum of Modern Art (MoMA). Il suo libro Storia della fotografia (1984) è considerato un classico degli studi sulla tecnica fotografica.

Italo Zannier (Spilimbergo, 1932), pioniere della storia della fotografia in Italia, ha formato con la sua attività e il suo pensiero critico intere generazioni di fotografi e studiosi. Per i tipi di Mimesis ha pubblicato nel 2019 il volume La fotografia, soprattutto.