Le forme del simbolo

Discorsi e pratiche del contemporaneo

Informazioni
A cura di: Paolo Giovannetti

Collana: Quaderni di Visual and Media Studies
2021, 216 pp.
ISBN: 9788857574400
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 18,00  € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
 Ebook - ePub/Mobi  € 12,99
Acquista da Acquista da Acquista da
Sinossi

Interrogarsi – dentro una comunità di studio – intorno al significato e alla funzione di “simbolo”: del simbolo, cioè, come concetto teorico e insieme operativo del fare estetico contemporaneo. All’Università IULM, docenti e studenti della scuola dottorale in Visual and Media Studies per un anno hanno seguito questo percorso, sfaccettandolo in molte delle sue possibili declinazioni. Da tale lavorio è nato un convegno, Le forme del simbolo. Discorsi e pratiche del contemporaneo, che si è svolto il 20 novembre 2019 e di cui il presente volume è il punto d’arrivo. A dominare, senza alcun dubbio, è il concetto di “forma simbolica” derivante dal pensiero di Ernst Cassirer e dei molti (Erwin Panofsky in testa) che ne hanno calcato le orme. E tuttavia la declinazione fortemente contemporanea di quasi tutti gli interventi sposta l’asse del discorso, valorizzando problematiche (come quella dell’identità) che permettono di implementare diversamente molte delle questioni in gioco. Alla costruzione simbolica (e semiotica), si sostituisce – se non una decostruzione – qualcosa come una defigurazione, una ridefinizione critica del simbolo intesa a metterne in crisi i tratti di totalità e autosufficienza espressiva. E in discussione non è solo l’opposto dialettico che in campo letterario è stato più volte evocato, cioè l’allegoria come critica del rapporto codificato fra significante e significato. C’è di più. Il contemporaneo (il postmoderno?) sempre meno ha fiducia nella verticalità compiuta del senso e anzi scommette sulla proliferazione “nomadica” dei significanti, con una particolare evidenza quando il processo si verifica in ambienti transmediali, postcoloniali, gender oriented, che moltiplicano assiduamente i fuochi del discorso estetico.

Paolo Giovannetti (Milano, 1958) è professore ordinario di Letteratura italiana contemporanea alla IULM. È uno studioso sia di poesia italiana moderna e contemporanea – con particolare riguardo alla metrica – sia di narratologia, segnatamente dei rapporti fra cinema e romanzo.