Giuseppe Bearzi

Fogli di carta

Scritti, editi, letti: salvati

Informazioni
Collana: Eterotopie
2021, 208 pp.
ISBN: 9788857574516
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 14,00  € 13,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Ogni anno in Italia vanno al macero centinaia di migliaia di libri: eccellenti, mediocri, cari, economici, preziosi, dozzinali, eterni, effimeri… Ogni anno le vendite dei libri calano: disamore per questo bene o altre attenzioni da parte dell’olimpo editoriale?
Dal 2007 in Umbria un gruppo di lettori, con pochissimi sostegni politici, culturali, mediatici ed economici, sta salvando più libri possibile per farli rivivere in “biblioteche tematiche e multilingue dei libri salvati”, create ex novo, specie nei centri abitati, là dove mancano e dove si stanno perdendo identità e valori. Questo gruppo, unico in Italia, ha salvato oltre sessantamila libri e ha creato una quarantina di queste “biblioteche”. Che senso ha oggi tutto ciò? L’impegno e gli sforzi di pochi potranno superare gli scogli eretti dalla logica sempre più finanziaria e manageriale dell’editoria, dalla soggezione dei critici e degli opinionisti, dalla ribellione dei lettori verso l’esiguità del nuovo, oppure la nostra “civiltà” preferirà perdersi tra le espressioni delle emoticon? La lunga esperienza delle “biblioteche tematiche” e la crisi attuale del libro sono l’inchiostro con il quale gli autori di Fogli di carta hanno scritto la loro appassionata narrazione.

Giuseppe Bearzi è nato a Venezia nel 1937, si è diplomato all’Istituto Nautico ma ha lavorato quasi sempre a terra in vari mondi – meccanografia, informatica, fonti energetiche rinnovabili, comunicazione, stampa – fino a diventare dirigente d’azienda. Dal 1978 è stato fino a pochi anni fa giornalista, ha scritto numerosi articoli per periodici tecnici, economici, culturali e ha pubblicato una decina di opere. Nel 2007 ha fondato INTRA, un sodalizio di salvatori di libri: i bibliosotèr.

Jessica Cardaioli, nata a Poggibonsi nel 1989, è cresciuta in Umbria, si è laureata in Filosofia ed Etica delle relazioni nel 2012 presso l’Università degli Studi di Perugia con una tesi sull’ermeneutica della traduzione. Dopo una breve esperienza a Berlino, dove ha lavorato nella libreria italo-portoghese-brasiliana “Mondolibro”, dal 2013 è redattrice e grafica presso Morlacchi Editore, dei cui libri cura spesso le presentazioni.

Recensioni