Danièle Linhart

La commedia umana del lavoro

Dal taylorismo al management neoliberale

Informazioni
Traduzione di: Ginevra Scarcia
Postfazione di: Enrico Donaggio

Collana: Piani di volo
2021, 166 pp.
ISBN: 9788857575216
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 14,00  € 13,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
 Ebook - ePub/Mobi  € 9,99
Acquista da Acquista da Acquista da
Sinossi

Per l’ideologia oggi in voga la disumanità del lavoro taylorista e fordista ha semplicemente smesso di esistere. Non c’è posto per lavoratori alienati e sfruttati, per un lavoro devastante, senza senso né anima, nella grande narrazione del neoliberismo. Qui dominano soltanto il benessere psicofisico, la partecipazione emotiva ed etica, l’espressione e la conquista di sé, insomma l’autonomia e la felicità di chi produce e consuma. Il libro di Danièle Linhart smaschera questa maniera apparentemente più umana di far lavorare i propri dipendenti. Perché si tratta di un dispositivo manageriale che, con mezzi e retoriche diversi, persegue ostinatamente gli stessi obiettivi del taylorismo e del fordismo: la sottomissione e l’assoggettamento. Attraverso la riduzione dei lavoratori non più a pezzi di un ingranaggio, ma a individui soli e vulnerabili, troppo e nient’altro che umani, incitati alla competizione, all’autosfruttamento e alla servitù volontaria. Una continuità d’intenti e ossessioni che le classiche letture del postfordismo spesso mancano di cogliere. 

Danièle Linhart è sociologa, direttrice emerita del CNRS e membro del CRESPPA (UMR CNRS Université Paris 8 Vincennes-Saint Denis – Université Paris Ouest Nanterre – Université Paris Lumières). Tra le sue pubblicazioni più recenti: Travailler sans les autres? (2009), La modernisation des entreprises (20103) e L’insoutenable subordination des salariés (2021).

Recensioni

Il Manifesto, 10/08/2021
Danièle Linhart, il profitto nell'arena del mercato
Leggi la recensione 

Francesco Nesti, flaneri.com, 21 giugno 2021
"L'alienazione del lavoro dalla catena di montaggio alla precarietà"
Leggi la recensione

Massimiliano Panarari, Il Venerdi? (La Repubblica), 14 maggio 2021
"Per chi lavora tempi nuovi e vecchi copioni"
Leggi la recensione

Iltascabile.com, 30 aprile 2021
“La superumanizzazione del lavoro”
Leggi l’estratto