Silvia Pierosara

Autonomia in relazione

Attraverso l’etica contemporanea

Informazioni
Collana: Intessiture
2021, 232 pp.
ISBN: 9788857576473
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 24,00  € 22,80
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il libro propone un ripensamento dell’autonomia morale in chiave relazionale e decentrata e nell’orizzonte di una soggettività chiamata a interpretarsi in senso non proprietario né possessivo. Il testo si sviluppa in tre capitoli. Nel primo, attraverso un esame di alcuni dizionari e di alcune storie di questo concetto, si ricostruisce la genesi del concetto di “autonomia” e il suo “ingresso” in ambito morale. Nel secondo capitolo, si rilegge il concetto di autonomia oltre le alternative entro cui è tradizionalmente relegato (autonomia/eteronomia; deontologia/ teleologia; analitica/dialettica; materiale/ formale). Emerge così che l’autonomia non può considerarsi una capacità innata, una competenza indipendente dal contesto, vuota e formale, ma è piuttosto assimilabile a una virtù, un esercizio. La storicità dell’autonomia, nel terzo capitolo, coincide infine con ciò che la lega da sempre alla responsabilità e si modula attraverso un dialogo fra tre possibili “rifigurazioni”: l’autonomia relazionale; l’autonomia decentrata; un’apertura finale verso l’autonomia narrativa. Essere autonomi non significherebbe quindi più essere “padroni”, ma forse essere “autori”. 

Silvia Pierosara è ricercatrice presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata, dove insegna Storia della filosofia morale e Teorie della giustizia. Si è occupata di alcune questioni di etica contemporanea, esplorando il nesso tra riconoscimento e narrazione da diverse prospettive. Tra i suoi libri: L’orizzonte e le radici. Sul riconoscimento del legame comunitario (2011); Legami privati e relazioni pubbliche. Una rilettura di Axel Honneth (2013); Differenze e narrazione. Per un universale etico condiviso (2018).