Ernst Cassirer

La forma del concetto nel pensiero mitico

Informazioni
A cura di: Riccardo Lazzari

Collana: Percorsi di confine
2021, 162 pp.
ISBN: 9788857576978
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 12,00  € 11,40
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il volume raccoglie due saggi di Ernst Cassirer (1874-1945), che risalgono ai primi anni Venti del secolo scorso, ossia agli inizi della feconda collaborazione del filosofo tedesco con la Biblioteca Warburg di Amburgo e del suo incontro con gli studiosi raccolti intorno a essa, fra i quali sono da ricordare Fritz Saxl e Erwin Panofsky. Se nel primo saggio, che dà anche il titolo al volume, Cassirer mette a fuoco il tema del mito, cercando la specifica “forma del concetto” che è alla base dei sistemi di classificazione totemici, delle credenze astrologiche, così come delle concezioni magiche, nel secondo saggio (Il concetto di forma simbolica nella costruzione delle scienze dello spirito) egli traccia per la prima volta il progetto di una filosofia incentrata sulle nozioni di simbolo e di forma simbolica, tesa a esplorare le varie forme di espressione dello spirito, e in primis il linguaggio, il mito e la scienza, secondo una prospettiva sistematica mai conclusa o ripiegata su sé medesima.

Ernst Cassirer (1874-1945), massimo esponente del neokantismo tedesco, insegnò nelle università di Berlino e Amburgo. Con l’avvento del regime nazista nel 1933 fu costretto ad abbandonare la Germania e a intraprendere la via dell’esilio, che lo portò infine negli Stati Uniti. La sua filosofia spazia dai campi dell’epistemologia (Il concetto di sostanza e il concetto di funzione, 1910) a quelli del linguaggio e del mito, perseguendo il disegno di una complessiva morfologia dello spirito (Filosofia delle forme simboliche, 1923-1929).

Riccardo Lazzari ha insegnato per anni filosofia e storia nei licei. Fra i suoi lavori: Ontologia della fatticità. Prospettive sul giovane Heidegger (Husserl, Dilthey, Natorp, Lask), 2002; Eugen Fink e le interpretazioni fenomenologiche di Kant, 2009. Collabora all’edizione delle Opere Complete di Eugen Fink presso l’editore K. Alber (Freiburg /Mu?nchen), di cui ha curato la pubblicazione del vol. 5/2 (Sein und Endlichkeit, 2016).