Georg Simmel

Psicologia di Dante

Informazioni
A cura di: Alessandra Peluso

Collana: Filosofie
2021, 180 pp.
ISBN: 9788857576985
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 14,00  € 13,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il saggio Dantes Psychologie (Psicologia di Dante) pubblicato da Georg Simmel nel 1884, a pochi anni dalla laurea, non è l’ennesima speculazione filosofica tra le innumerevoli e prestigiose già esistenti sul sommo poeta; piuttosto porta alla luce questioni fondative tracciate nel percorso storico da Dante e che il giovane filosofo berlinese rileva dal sommerso. Da qui, la necessità di concentrarsi su un “ritratto” epocale creato ad arte da Simmel avvantaggiandosi delle parole di Dante e, soprattutto, ripercorrendo tutti i suoi capolavori. Il “viaggio”, che si distingue in due sentieri, conduce – lungo il cammino esistenziale dell’uomo tra morte e rinascita vissuto dallo stesso Alighieri – alla meta finale della “conoscenza”, passando per l’amore terreno e il divino nel desiderio di un “governo mondiale” e di una “lingua” unica. Simmel evidenzia le contraddizioni presenti nell’“Io” di Dante, consapevole sin da subito di aver rivolto lo sguardo a un “genio” che “è l’espressione più perfetta dello Spirito del tempo”. Simmel raggiunge gli abissi di Dante e scandaglia con acume i meandri della sua anima servendosi delle “armi affilate” della filosofia e della psicologia della storia.

Georg Simmel (Berlino 1858 - Strasburgo 1918), filosofo, psicologo, sociologo, pedagogo, ha vissuto l’esperienza e il conflitto della modernità nel passaggio d’epoca tra Ottocento e Novecento. Ha diagnosticato con originale intelligenza filosofica e critica la vita e le molteplici forme delle relazioni umane, occupandosi tra l’altro dell’arte e della letteratura italiane. Qualche anno dopo la laurea, ha scritto su Dante e da subito ha dato prova di intuito e lungimiranza. Conoscere e comprendere: il suo telos. Mai giudicare. Nel suo magistero ha perseguito il proprio intento: insegnare, con le sue lezioni a Berlino e a Strasburgo, ad “abbracciare” la vita nella sua complessità e nei suoi limiti, nelle sue contraddizioni e nella sua possibile trascendenza. Tra le sue opere: I problemi fondamentali della filosofia (1922); Il conflitto della civiltà moderna (1925); Rembrandt. L’arte religioso-creatrice (1931); Intuizione della vita. Quattro capitoli metafisici (1938); Kant. Sedici lezioni tenute all’Università di Berlino (1953); I problemi della filosofia della storia (1982); La differenziazione sociale (1982); Filosofia del denaro (1984); La religione (1994); Le metropoli e la vita dello spirito (1995); Goethe (2012). Di Simmel, Mimesis ha pubblicato: Denaro e vita. Senso e forme dell’esistere (2010); Frammento postumo sull’amore (2011); Il problema della sociologia (2014); La moda (2015); Il povero (2015); Cultura femminile (2015); Ultimi saggi sulla teoria della storia. Ein ganz neues Buch (1916-1918) (2018); L’educazione come vita. Per una nuova pedagogia della scuola (2019); Filosofia del lavoro (2021).

Recensioni

Nuovo Quotidiano di Puglia, 07/08/2021
Dante e i rapporti umani con un pizzico di filosofia
Leggi la recensione 

Luca Scarlini, Corriere della Sera (ediz. Firenze), 13 giugno 2021
"Nella mente di Dante"
Leggi la recensione