Giuseppe Abbonizio

Il pensiero politico di Ralf Dahrendorf

Informazioni
Collana: Studi Politici
2021, 232 pp.
ISBN: 9788857578514
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 20,00  € 19,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il conflitto di classe, le chances di vita e la giustizia sociale sono gli elementi essenziali delle idee politiche di Ralf Dahrendorf. Un pensiero con una storia propria, all’interno del “grande movimento dei fatti” e della “corrente degli spiriti” della storia generale. Negli anni Cinquanta e Sessanta, Dahrendorf è riuscito a incrinare il dominio delle teorie basate unilateralmente sul principio dell’integrazione, facendo del conflitto e della coercizione i fattori decisivi del mutamento sociale. Contro le aporie del liberalismo conservatore, Dahrendorf ha mostrato sia le trasformazioni della modernità politica sia la necessità di rifondare su nuove basi le condizioni di libertà. Il suo pensiero si è mostrato sempre intollerante verso la presenza nella società civile della diseguaglianza sistematica (Systematic inequality), pretendendo l’estensione della partecipazione al processo politico, economico e sociale all’altro terzo della collettività: il sottoproletariato, i disoccupati di lungo periodo, i working poor delle grandi aree urbane.

Giuseppe Abbonizio è dottore di ricerca in Studi politici presso la Sapienza Università di Roma. Collabora all’insegnamento di Storia delle dottrine politiche e Storia del pensiero federalistico presso la Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione della stessa università. Ha pubblicato una monografia dal titolo Orizzonti in sospensione. Ralf Dahrendorf e la democrazia rappresentativa (Roma, 2018). Diversi suoi contributi sono stati pubblicati in volumi e riviste scientifiche, tra i quali: Alexis de Tocqueville e la Rivoluzione francese. Le idee e la realtà sociale, in P. Armellini, V. Ferrari, E. Graziani, Ragioni (e anti-ragioni) della rivoluzione. Un approccio storico-filosofico e politico a partire dalla Rivoluzione francese (Roma, 2020); La metodologia storiografica della scuola di Cambridge. Quentin Skinner e il culto del fatto, in “STORIADELMONDO” (n. 88, gennaio-giugno 2019); Ralf Dahrendorf e l’immagine morale dell’uomo. Ermeneutica della libertà e logica della giustizia sociale, in “Società Mutamento Politica - Rivista italiana di sociologia” (Vol. 10, n. 19, 2019).