Me ne scappo, me ne vengo, vado via

Voci dall’ospedale neuropsichiatrico di Arezzo raccolte da Anna Maria Bruzzone

Informazioni
A cura di Silvia Calamai

Collana: Lingua Medicina Malattia
2022, 138 pp.
ISBN: 9788857596105
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 14,00  € 13,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Nell’estate del 1977 Anna Maria Bruzzone si trova ad Arezzo, con un registratore a cassette, nell’ospedale neuropsichiatrico diretto da Agostino Pirella, stretto collaboratore di Franco Basaglia. Sono anni di importanti cambiamenti, in cui i “matti” cominciano a prendere parola. Il libro presenta interviste inedite che, attraverso voci di uomini e di donne, raccontano le condizioni di vita nel manicomio, la paura del futuro, il dolore che accompagna le esistenze tra quelle mura. In queste pagine è possibile leggere gli interventi di Anna Maria Bruzzone (le sue domande, i suoi commenti, le sue riflessioni) che permettono, anche al lettore non specialista, di apprezzare l’immediatezza e la complessità dello scambio dialogico che ha avuto luogo dentro il manicomio.