Daniel-Henry Kahnweiler

La via al cubismo

La testimonianza del gallerista di Picasso. Con una bibliografia di e su Kahnweiler

Informazioni
A cura di: Licia Fabiani

Collana: I cabiri
2001, 122 pp.
ISBN: 9788884830517
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 8,50
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

La via al cubismo è uno dei primissimi scritti di Kahnweiler e testimonia in modo diretto la rivoluzione artistica che il cubismo aveva appena attuato. Il libro propone una ricostruzione della genesi e delle principali motivazioni di questa pittura e vuole al tempo stesso fornire al lettore una chiave d’accesso per la sua comprensione. Redatto in gran parte nel 1915, se da un lato rispecchia quelle che allora erano le convinzioni del suo autore, si avverte in esso il quotidiano scambio di idee, avvenuto poco tempo prima, tra Kahnweiler, Picasso e Braque.

 

Daniel-Henry Kahnweiler è stato il più importante gallerista del Novecento e ha legato la propria attività ad alcuni dei maggiori talenti artistici di questo secolo, tra cui Derain, Picasso, Braque, Léger, Klee e Masson. I suoi scritti sviluppano in maniera chiara e rigorosa argomenti centrali per la comprensione delle avanguardie storiche. Attraverso le edizioni artistiche pubblicate dalla sua galleria, Kahnweiler fu anche il primo editore di Apollinaire, Artaud, Leiris, Max Jakob e molti altri. Nel 1984 il Centre Georges Pompidou di Parigi gli ha dedicato una mostra intitolata «Daniel-Henry Kahnweiler – marchand, éditeur, écrivan».

 

Licia Fabiani (Roma, 1969), laureata in filosofia (estetica) all’Università degli Studi di Milano, si è perfezionata a Praga presso il Center for Theoretical Study at Charles University. Sta svolgendo un dottorato di ricerca presso la Albert-Ludwigs-Universität di Friburgo. Ha dedicato la sua tesi di laurea all’estetica della pittura di Daniel-Henry Kahnweiler.