Alessandro Prandoni

L'Essere a due facce

Filosofia e ontologia nell'ultimo Merleau-Ponty

Informazioni
Collana: L'occhio e lo spirito
2002, 325 pp.
ISBN: 9788884831194
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 18,00  € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

È ancora possibile la filosofia, dopo la crisi del pensiero e delle scienze nel Novecento? E che direzione può assumere, allora, un discorso sull'Essere che cerchi di sfuggire alle difficoltà della metafisica? Attraverso una lettura della filosofia di Merleau-Ponty - e in particolare degli ultimi suoi scritti (L'occhio e lo spirito, Il visibile e l'invisibile, La natura, Notes de cours 1959-1961) nonché di alcuni materiali inediti - il presente volume intende affrontare questa duplice domanda. Sforzandosi di superare l'alternativa metafisica fra visibile e invisibile, Merleau-Ponty ci introduce in una dimensione concettuale in cui sembra aperta una “terza via”, illustrata dalle nozioni di “carne” e “reversibilità”. E allo stesso tempo contribuisce a definire di nuovo lo statuto di un pensiero che, comunque tenuto a riflettere su se stesso, ha rinunciato alla pretesa di guardare il mondo dall'alto. Il volume percorre questa via anche ricorrendo ad alcune “derive” filosofiche, legate ai nomi di Althusser, Spinoza, Platone, Nietzsche. Inoltre, comprende un'appendice dedicata all'interpretazione delle nozioni merleau-pontiane di “spazio” e “tempo” che, come risulta dai Papiers Merleau-Ponty, sembrano aprire uno scenario, anche ontologico, in buona parte inedito.