Giovanni Leghissa

Il gioco dell’identità

Differenza, alterità, rappresentazione

Informazioni
Collana: Eterotopie
2004, 160 pp.
ISBN: 9788884832566
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 13,00  € 12,35
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Nell’intreccio tra discipline diverse, quali la filosofia, l’antropologia e gli studi culturali e postcoloniali, questo libro mette a tema alcuni degli snodi del dibattito attuale sulla questione dell’identità. L’obiettivo perseguito consiste nel mostrare come esista un nesso preciso tra formazioni identitarie politicamente rilevanti e quelle rappresentazioni dell’identità che vengono costruite dal discorso delle scienze umane. All’interno di quest’ultimo, alla filosofia, più che una funzione fondativa, può ragionevolmente venire ascritta la funzione di accompagnare criticamente lo sviluppo di una presa di coscienza nuova, legata all’idea che l’analisi della differenza culturale ci possa aiutare, in quanto cittadini del mondo globale, a costruire un paradigma identitario aperto e duttile, insomma capace di ospitare la differenza al proprio interno.

 

Giovanni Leghissa (Trieste, 1964), membro della redazione della rivista “aut aut”, attualmente insegna Filosofia della Cultura presso l’Università di Trieste. Tra le sue pubblicazioni: L’evidenza impossibile. Saggio sull’immaginazione in Husserl, LINT, Trieste 1999 e Il dio mortale. Ipotesi sulla religiosità moderna, Medusa, Milano 2004. Ha inoltre curato l’edizione italiana di opere di Husserl, Derrida e Blumenberg. Le sue indagini sono rivolte ad una epistemologia critica delle scienze umane, con particolare riferimento all’antropologia, alla storia delle religioni e alla filologia.