Tiziana Gislimberti

Mappe della memoria

L’ultima generazione tedesco-orientale si racconta

Informazioni
Collana: Il quadrifoglio tedesco
2008, 150 pp.
ISBN: 9788884837943
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 18,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

Il libro offre un’ampia panoramica delle modalità (e dei problemi) con cui – dopo il crollo della DDR – si è attuata l’unificazione tedesca. Il punto centrale su cui si sofferma è l’Ostalgie: la nostalgia per lo scomparso stato tedesco orientale, che sembra ancora vivere nella dimensione collettiva. La dialettica tra storia e memoria, nonché l’istituzionalizzazione di quest’ultima, rivela che buona parte dei tedeschi orientali non si identifica con la prospettiva che condanna la DDR come dittatura totalitaria di cui è opportuno cancellare ogni traccia. Lo testimoniano le innumerevoli autobiografie pubblicate in Germania dopo la caduta del muro. Particolarmente intriganti sono quelle degli autori dell’ultima generazione: quegli autori che, pur avendo vissuto solo l’infanzia nello scomparso stato socialista, vogliono ricostruire un passato di cui si sono perse le tracce. Vogliono riviverlo – come autoaffermazione contro l’oblio – nella dimensione narrativa.

 

Tiziana Gislimberti (Bolzano, 1962), laureatasi in Lingue e Letterature straniere a Pavia, ha conseguito il dottorato in Filosofia delle Scienze Sociali e Comunicazione Simbolica presso l’Università degli Studi dell’Insubria (Varese – Como), dove è anche docente di lingua tedesca. In qualità di insegnante di Lingua e Civiltà Tedesca presso la scuola secondaria, si occupa di didattica della lingua a cui unisce un interesse teorico per la cultura tedesca nelle sue forme socio-simboliche e letterarie.