Jana Hensel

Zonenkinder

I figli della Germania scomparsa

Informazioni
Collana: Il quadrifoglio tedesco
2009, 246 pp.
ISBN: 9788884838346
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 16,00  € 15,20
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Berlino, 9 novembre 1989: cade il muro che per 28 anni ha tagliato in due la città. L’apertura della frontiera tra le due Germanie – uno dei confini più sorvegliati al mondo – segna la fine di un’epoca. Per la Germania comunista, invece, segna l’inizio della fine: esautorato il regime, prende il via una serie di cambiamenti che porteranno alla riunificazione con la Germania occidentale il 3 ottobre 1990 e alla scomparsa dello stato dalle carte geografiche. Un intero mondo di valori culturali e materiali cancellato a tappe forzate: la vita, il pensiero e lo stesso modo di esprimersi dei tedeschi dell’Est ne risulteranno stravolti. Come lo vissero i diretti interessati? Zonenkinder – I figli della Germania scomparsa ci dà una risposta. È la testimonianza di una generazione che nel 1989 ha sperimentato al tempo stesso la fine di uno stato e della propria adolescenza. Osservatrice e assieme protagonista dei fatti narrati, l’autrice rende conto in queste pagine di uno shock culturale vissuto da milioni di persone.

 

Jana Hensel, è nata nel 1976 nei pressi di Lipsia; attualmente vive e lavora a Berlino. Con Zonenkinder (2002), suo esordio letterario, ha suscitato scalpore e accesi dibattiti. Nel 2008 è uscito Neue deutsche Mädchen, altro testo autobiografico-generazionale, scritto a quattro mani con Elisabeth Raether. Questa è la prima traduzione italiana di una sua opera.