Luciano Ponzio

L'iconauta e l'artesto

Configurazioni della scrittura iconica

Informazioni
Collana: Filosofie
2010, 250 pp.
ISBN: 9788884839978
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 17,00  € 16,15
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Un artesto non si legge, non si fissa, non si commenta, non si studia: si ascolta. Questa disposizione all’ascolto viene qui analizzata e descritta dal punto di vista della semiotica e della filosofia del linguaggio, riflettendo sui percorsi di scrittura intrapresi da “iconauti”, scrittori “visuali”, che con linguaggi verbali e non-verbali riflettono sul punto di vista, attraverso un “metapuntodivista” di ordine semiotico, in cerca di una scrittura come rivoluzione permanente, come forma d’azione nella configurazione propria dell’artesto. Questo genere di testo si configura come tentativo impossibile di rovesciamento senza sosta, operato nel continuo rinnovamento dei mezzi, dei modi, degli stili con cui l’artista parla con una voce che non è più quella di autore ma quella di un visionario dal futuro inimmaginabile, in un linguaggio profetico disegnato e non ancora identificato dal mondo d’oggi, un linguaggio costellato di congetture, abduzioni audaci e raffigurazioni. Una riflessione dunque che si inoltra per questi percorsi di scrittura e che ha questi nomi propri come segnavia: Artaud, Bachtin, Barthes, Balzac, Bataille, Baudrillard, Bene, Benjamin, Blanchot, Borges, Bradbury, Cage, Calvino, Chagall, Chlebnikov, Deleuze, Derrida, Duchamp, Foucault, Magritte, Malevic, Pasolini, Peirce, Picasso, Poe, Proust, Sebeok, Stevenson, Truffaut, Valéry.

 

Luciano Ponzio (Bari, 1974), ricercatore confermato in “Filosofia e teoria dei linguaggi” nella Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università del Salento di Lecce, insegna dal 2004 Semiotica del testo artistico. Tra le sue pubblicazioni: Icona e raffigurazione. Bachtin, Malevic, Chagall, Adriatica, Bari, 2000, nuova ed. 2008; Visioni del testo, Graphis, Bari, 2002, 4a ed. 2010; Lo squarcio di Kazimir Malevic, Spirali, Milano, 2004; Differimentismo, Bari, Edizioni dal Sud, 2005; Differimenti. Annotazioni per un nuovo spostamento artistico, Mimesis, Milano, 2005.