Georges Bataille

La condizione del peccato

Informazioni
A cura di: Andrea Sartini

Collana: Eterotopie
2002, 100 pp.
ISBN: 9788888791005
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 8,00  € 7,60
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il 5 marzo 1944 la rivista "Dieu vivant" organizza un incontro sul concetto di "peccato": ospite d’eccezione Georges Bataille. Presenti al dialogo: Adamov, Blanchot, Bolin, de Beauvoir, Bruno, Burgelin, Camus, i Padri Daniélou, Dubarle e Maydieu, Gallimard, de Gandillac, Hyppolite, Klossowski, Lahaye, Leiris, Lescure, Madaule, Massignon, Merleau-Ponty, Moré, Hafez, Paulhan, Prévost, Sartre. Prende forma così La condizione del peccato in cui alcuni tra i più importanti filosofi, letterati e saggisti del Novecento francese discutono a proposito di un’umanità che sembra sempre più trovarsi in una condizione di peccaminosità. Il resoconto dell’incontro è preceduto da una lettera di Bataille a un redattore della rivista, dall’estratto della sua relazione raccolto da Klossowski e da un intervento di Padre Daniélou.

 

Georges Bataille (Billom 1897 — Parigi 1962) è uno degli autori francesi contemporanei più noti e discussi, sia per la poliedricità dei suoi interessi, sia per la mescolanza di stili e strategie presenti nel suo pensiero. Fondatore con Caillois e Leiris del Collegio di Sociologia e animatore di riviste come "Documents", "Acéphale", "Critique", è autore tra l’altro di: Critica dell’occhio, L’anus solaire, Le Lacrime di Eros, La parte maledetta.