Antonio Maria Orecchia

La stampa e la memoria

Le foibe, l’esodo e il confine orientale nelle pagine dei giornali lombardi agli albori della Repubblica

€ 35,00  € 33,25

Antonio Maria Orecchia

La stampa e la memoria

Le foibe, l’esodo e il confine orientale nelle pagine dei giornali lombardi agli albori della Repubblica

Informazioni
in collaborazione con Lorenzo Giudici Boris Marantelli Amabile Stifano Camilla Zanetti

Collana: Storia e Storie del Mondo Contemporaneo
2024, 584 pp.
ISBN: 9791222305417
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 35,00  € 33,25
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
 PDF con Adobe DRM  € 24,99
Link Link Link
Sinossi

Il volume ripercorre le vicende del confine orientale, delle foibe e dell’esodo tra il 1945 e il 1954, dalla fine della guerra fino al ritorno di Trieste sotto l’amministrazione italiana. Una “cronaca” ricostruita con le parole dell’epoca, attraverso la pubblicazione di 271 articoli tratti da quarantacinque quotidiani e settimanali lombardi che rappresentavano tutte le culture politiche, dai comunisti ai democristiani, dai liberali ai qualunquisti. ​​​​​​​Nel dibattitto pubblico di questi anni molti hanno sostenuto che “nessuno sapeva”. Nondimeno, in un periodo in cui la stampa rappresentava il principale strumento di costruzione dell’opinione pubblica, i cittadini venivano informati di quella “storia” in presa diretta. Quasi quotidianamente infatti tutte le testate riportavano senza tralasciare alcun particolare quanto accadeva e cosa fosse successo in quei territori: le foibe, le deportazioni, il clima di inquietudine se non di paura, l’esodo. Come è noto, questa vicenda non è entrata nella “memoria collettiva” del Paese per decenni. Eppure tutti sapevano, e avevano saputo.